Daily Reading Vocabulary Masterclass News

Daily Reading Vocabulary Masterclass – Week 2

Writing Masterclass

Submit your writing for correction.

30.00 €

 

Monday

dog

Demand for pets is soaring during the pandemic. This company is cashing in

When the pandemic first hit, things were looking precarious for pet supply company West Paw’s ordinarily steady business. But then people were suddenly spending more time at home, locked inside with their pets. People who’d never owned pets before started adopting them in drovesThat’s resulted in extra attention — and dollars — going toward humanity’s best friend. Pet supplies, toys, beds, and grooming products saw double-digit percentage increases in sales from late-March through early July, compared to the same period a year earlier, according to research from market research firms SPINS and IRI. West Paw’s sales in recent months have responded accordingly. From May through September, they were up 55% from the same period last year. One of the bestsellers has been the Toppl — a bowl-shaped, treat-dispensing puzzle toy — which has seen its year-to-date sales jump 160%, Spencer Williams, CEO, said, noting the puzzle toy category has grown about 125% year-to-date.

La domanda di animali domestici è in aumento durante la pandemia. Questa azienda sta incassando

Quando la pandemia ha colpito per la prima volta, le cose sembravano precarie per l’azienda di fornitura di animali domestici West Paw, che di solito ha un’attività costante. Ma poi la gente passava improvvisamente più tempo a casa, chiusa dentro con i propri animali domestici. Le persone che non avevano mai posseduto animali domestici prima hanno iniziato ad adottarli a frotte. Questo ha portato a un’attenzione extra – e dollari – verso il migliore amico dell’umanità. Forniture per animali domestici, giocattoli, letti e prodotti per la toelettatura hanno visto un aumento percentuale a due cifre delle vendite dalla fine di marzo all’inizio di luglio, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, secondo le ricerche delle società di ricerche di mercato SPINS e IRI. Le vendite di West Paw negli ultimi mesi hanno risposto di conseguenza. Da maggio a settembre sono aumentate del 55% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Uno dei bestseller è stato il Toppl – un giocattolo puzzle a forma di ciotola, che ha visto le sue vendite annuali salire del 160%, ha detto Spencer Williams, CEO, notando che la categoria dei giocattoli puzzle è cresciuta di circa il 125% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Tuesday

value-3674426_1920

How to ask for a raise in the middle of a pandemic

You’ve been working longer days and increasing your output, taking on more responsibilities, and really stepping up. You’ve earned a pay raise. But is now the time to ask? With massive job losses and continued economic uncertainty as the pandemic drags on, workers might be hesitant to ask for anything, let alone a raise. “If you are in a place where you’ve had a significant impact on the organization and taken on more responsibility and the company isn’t saying, ‘Have some more money or this promotion,’ you do owe it to yourself to ask,” said Kate Dixon, author of “Pay UP!: Unlocking Insider Secrets of Salary Negotiation. “They may not say yes, but what if they do?” Starting the conversation about a pay raise can be uncomfortable during normal times, but it gets a little more complicated in the middle of an economic slowdown. Before you start negotiating, assess your company’s health. The argument that you are working hard isn’t going to result in a raise. It’s all about showing the value you bring to the company. Come to the meeting prepared with detailed examples of how you’ve helped the company. Do your homework to find out what your peers with similar experience in your industry and in your area are making. There are many online tools that provide salary estimates, including Glassdoor, Indeed and Salary.com. Even if you aren’t successful in getting a raise, there are still benefits just from asking.

Come chiedere un aumento nel bel mezzo di una pandemia

Hai lavorato più a lungo e hai aumentato la tua produzione, assumendoti più responsabilità e facendoti davvero avanti. Ti sei guadagnato un aumento di stipendio. Ma è il momento di chiederlo? Con le massicce perdite di posti di lavoro e la continua incertezza economica che la pandemia si trascina, i lavoratori potrebbero esitare a chiedere qualsiasi cosa, per non parlare di un aumento. “Se ti trovi in una situazione in cui hai avuto un impatto significativo sull’organizzazione e ti sei assunto maggiori responsabilità e l’azienda non ti dice: ‘Avere un po’ più di soldi o questa promozione’, devi chiedere a te stesso”, ha detto Kate Dixon, autrice di “Pay UP! Svelare i segreti degli insider della negoziazione salariale. “Potrebbero non dire di sì, ma se lo facessero?”. Iniziare la conversazione su un aumento di stipendio può essere scomodo in tempi normali, ma diventa un po’ più complicato nel bel mezzo di un rallentamento economico. Prima di iniziare a negoziare, valutate lo stato di salute della vostra azienda. L’argomentazione secondo cui si sta lavorando sodo non si tradurrà in un aumento. Si tratta di mostrare il valore che apporti all’azienda. Venite all’incontro preparato con esempi dettagliati di come avete aiutato l’azienda. Fate i vostri compiti per scoprire cosa stanno facendo i vostri colleghi con un’esperienza simile nel vostro settore e nella vostra area. Ci sono molti strumenti online che forniscono stime di stipendio, tra cui Glassdoor, Indeed e Salary.com. Anche se non riesci ad ottenere un aumento, ci sono comunque dei benefici anche solo chiedendo.

Wednesday 

sanna marin

Finland PM’s photoshoot sparks sexism debate

A photo shoot involving Finland’s Prime Minister, Sanna Marin, has sparked a debate about sexism in the country. Marin, who became the world’s youngest Prime Minister when she took office aged 34 last year, posed for the October issue of Trendi magazine wearing a blazer, with no shirt underneathMari Paalosalo-Jussinmäki, director of women’s media at A-lehdet magazine group — publisher of Trendi — told CNN that there was an “enormous” backlash against the photoshoot and cover story in Finland. She said the magazine received fierce criticism on social media soon after it was released on October 9. “If you had to generalize it, it will be men saying it was wrong, and women saying it was fabulous,” Paalosalo-Jussinmäki said. “It was a little bit surprising,” she said, adding: “We’ve had that sort of photo before, obviously, in a woman’s glossy fashion magazine: we have portrayed women in blazers with nothing underneath for years and years, with famous people, and they had never created any response like this.” Paalosalo-Jussinmäki told CNN that many critics of the cover story seemed upset that the Prime Minister had featured in a women’s lifestyle magazine, and some were angry that she did so as the government deals with the coronavirus pandemic.

 

Il servizio fotografico del premier finlandese scatena il dibattito sul sessismo

Un servizio fotografico che ha coinvolto il primo ministro finlandese Sanna Marin ha scatenato un dibattito sul sessismo nel paese. Marin, che è diventata il primo ministro più giovane al mondo quando ha assunto l’incarico a 34 anni l’anno scorso, ha posato per il numero di ottobre della rivista Trendi indossando un blazer, senza camicia sotto. Mari Paalosalo-Jussinmäki, direttrice dei media femminili del gruppo A-lehdet magazine group – editore di Trendi – ha raccontato alla CNN che c’è stato un “enorme” contraccolpo contro il servizio fotografico e la storia di copertina in Finlandia. Ha detto che la rivista ha ricevuto critiche feroci sui social media subito dopo la sua uscita il 9 ottobre. “Se si deve generalizzare, saranno gli uomini a dire che era sbagliato, e le donne a dire che era favolosa”, ha detto Paalosalo-Jussinmäki. “È stato un po’ sorprendente”, ha detto, aggiungendo: “Abbiamo già avuto questo tipo di foto in passato, ovviamente, in una rivista di moda femminile patinata: per anni e anni abbiamo ritratto donne in giacca senza niente sotto, con personaggi famosi, e non avevano mai creato una risposta del genere”. Paalosalo-Jussinmäki ha detto alla CNN che molti critici della storia di copertina sembravano sconvolti dal fatto che il Primo Ministro fosse apparsa in una rivista di lifestyle femminile, e alcuni erano arrabbiati perché lo aveva fatto mentre il governo si occupava della pandemia di coronavirus.

Thursday 

aircraft-3702676_1920

Air New Zealand offers ‘mystery breaks’ to lure travelers back

Amid the Covid-19 pandemic, all of travel seems like a big question mark. So, one airline argues, why not embrace that question mark? Air New Zealand is bringing back its Mystery Breaks program, where travelers pay a flat fee to book an entire vacation package with the airline and agree not to find out their destination until two days before they leave. The packages, which begin at $599 AUD ($422 USD), allow travelers to choose from three tiers — Great, Deluxe or Luxury. They will also select the dates they wish to travel and one place they are not interested in going. The airline flies to 20 destinations in New Zealand, including Art Deco-filled Napier, adventure capital Queensland and historic DunedinThe accommodations will be at an Accor Hotel and car hires by Avis, as both brands are partners with Air New Zealand. New Zealand has been successful at containing coronavirus within its borders, but residents are unable to travel anywhere outside the country, save a few Australian states, without quarantining or going through other security measures upon their returnAccording to the New Zealand Ministry of Health, the country has had 1,531 confirmed coronavirus cases within its borders, and just 25 deaths. Nationwide coronavirus restrictions were lifted in June. There are presently no limits on domestic travel.

Air New Zealand offre “pause misteriose” per attirare i viaggiatori

In mezzo alla pandemia di Covid-19, tutti i viaggi sembrano un grande punto interrogativo. Così, una compagnia aerea sostiene, perché non abbracciare quel punto interrogativo? Air New Zealand sta riportando il suo programma Mystery Breaks, dove i viaggiatori pagano una quota fissa per prenotare un intero pacchetto vacanza con la compagnia aerea e accettano di non scoprire la loro destinazione fino a due giorni prima della partenza. I pacchetti, che partono da $599 AUD ($422 USD), permettono ai viaggiatori di scegliere tra tre livelli: Great, Deluxe o Luxury. Selezioneranno anche le date in cui desiderano viaggiare e un posto dove non sono interessati ad andare. La compagnia aerea vola verso 20 destinazioni in Nuova Zelanda, tra cui Napier, la capitale dell’avventura Queensland e la storica Dunedin. Le sistemazioni saranno presso un hotel Accor e autonoleggio Avis, in quanto entrambi i marchi sono partner di Air New Zealand. La Nuova Zelanda è riuscita a contenere il coronavirus all’interno dei suoi confini, ma i residenti non sono in grado di viaggiare al di fuori del Paese, salvo alcuni stati australiani, senza dover ricorrere a quarantena o ad altre misure di sicurezza al loro ritorno. Secondo il Ministero della Salute neozelandese, il Paese ha avuto 1.531 casi confermati di coronavirus all’interno dei suoi confini e solo 25 morti. Le restrizioni sul coronavirus a livello nazionale sono state revocate a giugno. Attualmente non ci sono limiti ai viaggi nazionali.

Friday 

strangers

Struggling to work productively from home? Let strangers watch you

Some days Diana Calvo Martínez works at the laboratory, moving from microscope to test tube, studying microbes. Other days she’s analyzing graphs from her living room, or has her head down writing her thesis from the kitchen table. Occasionally, she’s washing the dishes or cleaning the floor. These may seem like standard activities for someone completing a PhD in environmental biotechnology. What’s unusual is that she performs all these tasks in front of an audience of strangers on her laptop screen. Calvo Martínez, 35, is using Ultraworking, an online “work gym,” where people from all over the world gather on a group Zoom call, leaving their cameras on, and work side-by-side in 30-minute cycles. Each cycle is led by a moderator, who notifies users when the time is up and chairs a 10-minute break during which people can interact. Users currently pay $49 a month for unlimited work cycles available 24 hours a day. The cycles are designed to encourage concentration and productivity, while also providing structure and company.

Lottando per lavorare in modo produttivo da casa? Lasciatevi guardare da estranei

Alcuni giorni Diana Calvo Martínez lavora in laboratorio, passando dal microscopio alla provetta, studiando i microbi. Altri giorni analizza i grafici dal suo soggiorno, oppure si fa scrivere la tesi a testa in giù dal tavolo della cucina. Ogni tanto lava i piatti o pulisce il pavimento. Queste possono sembrare attività standard per chi sta completando un dottorato di ricerca in biotecnologie ambientali. La cosa insolita è che svolge tutte queste attività davanti a un pubblico di sconosciuti sullo schermo del suo portatile. Calvo Martínez, 35 anni, utilizza Ultraworking, una “palestra di lavoro” online, dove persone provenienti da tutto il mondo si riuniscono su una chiamata di gruppo Zoom, lasciando le loro telecamere accese, e lavorano fianco a fianco in cicli di 30 minuti. Ogni ciclo è guidato da un moderatore, che avvisa gli utenti quando il tempo è scaduto e presiede una pausa di 10 minuti durante la quale le persone possono interagire. Attualmente gli utenti pagano 49 dollari al mese per cicli di lavoro illimitati disponibili 24 ore al giorno. I cicli sono progettati per incoraggiare la concentrazione e la produttività, fornendo al tempo stesso struttura e azienda.

%d bloggers like this: